Modern Finance: competenze

Modern Finance Skills

Quali nuove competenze per i professionisti del Finance?

Gianfranco Caimi,
Direttore Vendite Oracle Applications ERP, Oracle Italia, in associazione con Intel @GianfrancoCaimi


I dipartimenti Finance giocano un ruolo sempre più importante nella definizione delle strategie aziendali

Intel

Nessuno può prevedere il futuro con certezza, ma sicuramente esistono dei segni che possono fornirci qualche indicazione su dove siamo diretti. Alcuni sono ben poco scientifici: come lo Skyscraper Index, ovvero l'osservazione semiseria secondo cui quando qualcuno completa la costruzione dell'edificio più alto del mondo siamo sempre all'inizio di una recessione.

Passando a segni più affidabili, il fatto che le aziende passino dal taglio delle spese a nuovi investimenti è un indicatore di buona salute economica. La buona notizia è che, negli ultimi 12 mesi, un significativo numero di aziende ha concentrato i propri investimenti sulla crescita, non ultimo nel dipartimento Finance. Fino a pochissimo tempo fa quasi tutte le grandi aziende erano concentrate sulla riduzione dei costi, non certamente sugli investimenti nella crescita.

Questo gradito ritorno agli investimenti non dipende soltanto da una maggiore fiducia: rispecchia anche il fatto che molte aziende subiscono la pressione di fresche e affamate startup che stanno conquistando importanti quote di mercato e dei concorrenti che hanno ottimizzato le proprie procedure finanziarie interne. In queste condizioni, le aziende ben consolidate si sono rese conto della necessità di pensare in modo molto più strategico - sostenute da un nuovo approccio alle attività di back office e dallo sviluppo di nuove competenze dei dipendenti.

 Dai professionisti del Finance ci si aspetta una serie di competenze più ampie, che includono l'analisi dei dati, l’esperienza di programmazione e le capacità manageriali - oltre ovviamente all'esperienza in ambito finanziario. 


Dai professionisti del settore Finance ci si aspetta sicuramente una serie di skill più ampie, che includono l'analisi dei dati, l’esperienza di programmazione e le capacità manageriali - oltre ovviamente all'esperienza in ambito Finance.  Le persone che possono offrire tutte queste competenze sono tuttavia ancora molto poche, forse ancora più rare dei favolosi "unicorni" nel mondo delle startup.

David Leinweber, in precedenza Haas Fellow in Finance presso la University of California di Berkeley, lo ha spiegato forse nel modo migliore: "Le competenze dei futuri responsabili finanziari devono includere, almeno in una certa misura, la testa di un programmatore, il corpo di uno statistico, le braccia di un exploratory visual data analyst e la coda di un esperto di machine-learning".

Una delle maggiori sfide per i dipartimenti Finance sarà quindi quella di procurarsi e mantenere del personale caratterizzato dalla giusta combinazione di talento e competenze. Dai professionisti del Finance ci si aspettano capacità manageriali - un modo di pensare strategico e la capacità di assistere e guidare i colleghi - mentre le aziende fanno evolvere le proprie procedure di back office e l'analisi del business diventa ancora più critica nei processi decisionali a livello dirigenziale. La conoscenza pratica della tecnologia e come massimizzarne l'impatto sull'azienda sono elementi altrettanto cruciali, così come lo è una buona comprensione dell'analisi dei dati.

 Il modo in cui le aziende si sono evolute negli ultimissimi anni è un valido indicatore del fatto che i dipartimenti Finance continuano a giocare un ruolo fondamentale nel dare forma alle strategie aziendali. 


In questo ambito stiamo assistendo anche al cambiamento del modo in cui le organizzazioni favoriscono lo sviluppo dei propri dipendenti. I nuovi assunti, soprattutto i giovani professionisti, sono cresciuti a più stretto contatto con le tecnologie alla base dell'attuale trasformazione digitale rispetto a molti colleghi più anziani. Conseguentemente hanno anche qualcosa da insegnare, oltre che da imparare.

Le aziende che se ne sono accorte stanno ripensando il modello tradizionale a senso unico di mentoring dei giovani dipendenti, integrandolo con programmi di “inverse mentoring” in cui i dipendenti più giovani esperti di tecnologie condividono le proprie competenze con i colleghi più anziani.

Si tratta certamente di un modo efficace di affrontare l'attuale carenza di competenze, restando al passo con un panorama tecnologico sempre più complesso. I dipendenti più giovani desiderano inoltre lavorare in un ambiente dotato di strumenti all'avanguardia, che siano all'altezza della loro esperienza e capacità. Questo approccio aiuta le aziende a soddisfare le aspettative dei dipendenti affinché possano sfruttare al meglio le tecnologie a disposizione.

Il modo in cui le aziende si sono evolute negli ultimissimi anni è un valido indicatore del fatto che i dipartimenti Finance continuano a giocare un ruolo sempre più importante nel dare forma alle strategie aziendali. Questa tendenza sarà destinata a rafforzarsi nel corso del 2016 e nel 2017, mentre il back office espande la propria esperienza con nuovi talenti e tecnologie. I nuovi CFO non saranno macchine mangia-numeri, bensì persone con molteplici competenze e dotate di una valida combinazione di capacità tecniche, leadership e comunicazione, pronte ad affrontare qualsiasi nuova sfida.


The Oracle Cloud for Finance blog, brought to you in association with Intel®

Intel® and the Intel logo are trademarks of Intel Corporation in the U.S. and/or other countries.


Scopri di più

Siamo qui per aiutarti

Coinvolgi un esperto delle vendite