Nessun risultato trovato

La tua ricerca non ha prodotto risultati

Pianificazione finanziaria nel mondo post Brexit

Pianificazione finanziaria

In tempi di incertezza, non agire
è un'opzione da scartare

Laurent Dechaux,
Vice- President Digital Finance di Oracle @LaurentDechaux


Nonostante l'incertezza che domina l'area EMEA dopo la Brexit, le aziende sanno di non poter restare a guardare

 Per il CFO che ambisce alla tranquillità, l'incertezza economica e i cambiamenti politici che hanno caratterizzato il 2016 hanno sicuramente infranto l'armonia. 

Per il CFO che ambisce alla tranquillità l'incertezza economica e i cambiamenti politici che hanno caratterizzato il 2016 hanno sicuramente infranto l'armonia. I leader finanziari erano già sottoposti a una notevole pressione per modernizzare i processi di business e permettere alla loro organizzazione di rimanere competitiva sul mercato, e l'esito del referendum sull'UE ha reso il loro lavoro ancora più complicato.

Colti impreparati

Camminare nel vuoto

Gestire l'incertezza

La Brexit ha messo in difficoltà molte aziende. I risultati della nostra ultima ricerca, Gestire l'incertezza, rivelano che il 41% delle aziende non si aspettava un esito del genere dal referendum e sta cercando di recuperare.

L'incertezza non ostacola le opportunità. Semmai rappresenta un terreno fertile per chi agisce in modo strategico. Alcune delle aziende di maggiore successo di oggi sono state avviate sulla scia della crisi finanziaria del 2008, basandosi sui cambiamenti nelle abitudini dei consumatori e attuando processi sufficientemente agili da potersi adattare alla crescita aziendale. Per i CFO che hanno sempre desiderato dimostrare il valore strategico apportato all'azienda è arrivato il momento di agire.

Procedere con cautela

 L'incertezza non ostacola le opportunità. Semmai rappresenta un terreno fertile per chi agisce in modo strategico. 

Il 50% dei leader finanziari ritiene che il prossimo anno un maggior numero di aziende avranno difficoltà e si avvieranno verso il fallimento a causa dell'incertezza economica e dei cambiamenti del mercato. Tutto questo aumenta la probabilità che le aziende cerchino di vendere o diventino oggetto di acquisizioni e il 59% degli interpellati prevede una crescita di fusioni e acquisizioni.

In questo mercato volatile, rimanere fermi equivale a tornare indietro. I leader finanziari comprendono che non possono restare paralizzati mentre i competitors continuano a inseguire il cambiamento e l'espansione. Il 46% dei leader finanziari afferma di voler investire in crescita in presenza di un business case valido, anche se in modo più cauto rispetto al passato.

Il 32% invece ammette di ridurre la spesa allo stretto indispensabile. Sebbene una scelta del genere appaia prudente, rappresenta comunque una soluzione a breve termine. Per coloro che sono eccessivamente cauti sarebbe quasi impossibile stare al passo con competitors più solidi, aspettando che l'incertezza attuale si stabilizzi. Anche le aziende che adottano un approccio più cauto comprendono tutto questo e si impegneranno a valutare le opzioni rapidamente per perseguire gli obiettivi di crescita, anche se in modo più strategico.

Essere all'altezza della sfida

 Il 46% dei leader finanziari afferma di voler investire in crescita in presenza di un business case valido, anche se in modo più cauto rispetto al passato. 

Investimenti strategici e decisioni chiare non hanno mai rivestito così tanta importanza. Le scelte effettuate il prossimo anno potrebbero avere delle implicazioni cruciali ed è per questo che le aziende si affidano sempre di più alla fermezza del CFO per prendere tali decisioni.

I leader finanziari sono spesso visti come persone incaricate di contenere i costi a ogni opportunità, ma in un'economia incerta il loro ruolo presenta più sfumature. Devono essere consapevoli della spesa ma allo stesso tempo devono impedire all'azienda di assumere una posizione di austerità troppo rigida.

 Devono essere consapevoli della spesa ma allo stesso tempo devono impedire all'azienda di assumere una posizione di austerità troppo rigida. 

Le sfide non mancano, sia nella situazione attuale che in quella futura. Quasi la metà (46%) dei leader finanziari afferma che ora la pianificazione futura è più complessa e più incerta. In risposta, il 44% ha sviluppato diversi piani di emergenza che devono essere aggiornati periodicamente per garantire che l'azienda sia al passo con il cambiamento e sia pronta a reagire in determinate condizioni.

I leader finanziari sentono la pressione, ma si rendono sempre più conto della strategicità del ruolo e della guida che esercitano nella pianificazione e nella modellazione. Oltre la metà (52%) afferma che il proprio lavoro consiste ora principalmente nel consigliare l'azienda su come raggiungere gli obiettivi di crescita e una percentuale simile ammette che è maggiormente incentrato sulla pianificazione futura.

I leader finanziari di successo danno il meglio di sé quando devono affrontare sfide strategiche, per cui non c'è da meravigliarsi se il 53% dichiara che le loro analisi non sono mai state così preziose per le aziende e se la stessa percentuale ritiene che il proprio lavoro sia quindi più gratificante.

Preparare l'azienda al cambiamento

E-book: Modelli del cambiamento organizzativo

Modelli del cambiamento organizzativo.

Gli eventi del 2016 hanno senza dubbio destabilizzato molte aziende, tanto da indurle a una rivalutazione delle strategie e degli approcci, ma l'incertezza non si fermerà. Viviamo in un periodo in cui il cambiamento è diventato la norma. Di fronte a un forte cambiamento politico o a repentine oscillazioni economiche, le aziende devono adattarsi rapidamente.

Tutto questo implica molto di più di processi e tecnologie volti alla trasformazione. Richiede un cambiamento culturale che inizia dall'alto con una leadership forte e tocca ogni membro della forza lavoro.

I professionisti finanziari possono usare la propria esperienza per promuovere una pianificazione più intelligente e una valutazione più agile dei rischi. Così facendo consolideranno il loro ruolo di leader finanziari.

Dalla crisi del 2008, i CFO si sono affermati come risorse affidabili per le analisi strategiche chiave. È arrivato il momento di testare le loro capacità e nessuno è in grado di affrontare la sfida quanto loro.


Per saperne di più