Lavorare con il CEO

Il CFO è l'erede naturale del CEO
Il CFO è l'erede
naturale
del CEO?

Miguel Vergara,
EPM specialist di Oracle, @EPM_Insight


I CFO stanno acquistando sempre più importanza grazie al ruolo ricoperto nella strategia aziendale.

Co-pilota del business:

Modern Finance: un racconto sul cambiamento

Se è vero che i riflettori sono puntati sul leader aziendale, è altrettanto vero che dietro ogni azienda di successo e dietro ogni buon CEO si nasconde un ottimo CFO.

Il CFO rappresenta da lungo tempo la cassa di risonanza del CEO, la persona a cui si rivolge quando deve testare un'idea, cercare ispirazione, fare piani o affrontare preoccupazioni e l'importanza di questa figura per il CEO sta divenendo sempre più grande.

Sono questi gli aspetti che emergono da un report pubblicato recentemente da Forbes e KPMG in cui il 63% dei CEO prevede che nei prossimi tre anni l'influenza dei CFO aumenterà maggiormente rispetto agli altri membri del consiglio di amministrazione.

 Deve essere un leader, un investitore e un innovatore. 

Nelle aziende moderne le sfide che il CFO deve affrontare sono aumentate in modo considerevole e il suo ruolo sta diventando sempre più strategico.

Al CFO spetta controllare che reporting e compliance vengano rispettati, ma i suoi compiti sono ben lontani da quelli di un semplice controllore delle finanze aziendali. Deve anche essere un leader, un investitore e un innovatore. Deve essere in grado di pensare in un modo più imprenditoriale rispetto ai suoi predecessori.

eBook: Prosperare nell'era digitale

Modern Finance: favorire la trasformazione dall'interno

Per raggiungere questi obiettivi, il CFO deve incoraggiare il cambiamento e nuovi modi di pensare che permettano al suo team di concentrarsi sulle analisi aziendali più strategiche.

Per un CFO è essenziale saper riconoscere e cogliere le opportunità di crescita e rendere l'azienda più agile e preparata ad assorbire gli urti di un'economia dinamica, in un periodo di drastici cambiamenti digitali e incertezza economica. Deve mitigare la tradizionale tendenza a non volere correre rischi, aiutando l'azienda a investire in opportunità in grado di aprire nuovi mercati, migliorare la customer satisfaction o prevenire la minaccia rappresentata da concorrenti più innovativi o agili.

 Deve essere in grado di analizzare rapidamente i dati sulle tendenze. 

Essere meno restii a correre rischi non significa tuttavia essere spericolati. Il CFO deve essere pronto a supportare l'azienda quando è tempo di investire, ma per fare ciò deve poter basare le proprie decisioni su numeri concreti. Deve essere in grado di analizzare rapidamente i dati sui trend, sul mercato e sull'economia per fornire all'azienda indicazioni precise ed esaustive sulle nuove opportunità e in che misura sia importante coglierle. Per stare al passo con la velocità della trasformazione digitale, la capacità del CFO di prendere rapidamente decisioni informate su investimenti e rischi e di comprendere le condizioni mutevoli del mercato e dei consumatori è di importanza vitale.

Per raggiungere questo obiettivo, il CFO deve promuovere un rapporto lavorativo più stretto con il CIO in modo da raccogliere tutti i dati necessari e disporre dei mezzi per analizzarli. Se un tempo questi due ruoli si trovavano spesso in disaccordo,soprattutto sui costi dell'IT, oggi la loro collaborazione è essenziale se il CFO vuole prendere decisioni basate sui dati più aggiornati. Le aziende in cui sia il CFO che il CIO hanno un atteggiamento mentale votato al digitale saranno quelle che guideranno il cambiamento nei rispettivi segmenti di mercato.

 Il CFO deve promuovere un rapporto lavorativo più stretto con il CIO. 

È questo ruolo di promotore della trasformazione digitale e al tempo stesso responsabile dei più importanti processi decisionali, con un'attenzione particolare alla collaborazione con l'azienda per favorire la crescita e gli investimenti strategici, che dà al CFO l'opportunità di diventare l'erede naturale del CEO.

La competenza e l'esperienza del CFO sugli aspetti finanziari e tecnologici dell'azienda unite alla capacità imprenditoriale, e a quella di rilevare la serietà degli aspetti legati a mercati e investitori, offrono una solida base per guidare l'azienda conducendola verso nuove sfide.


Per saperne di più