Innovazione con Oracle Finance Cloud

Pianificazione e previsioni finanziarie
Affrontare la sfida dell'eredità
dei Giochi olimpici

Dee Houchen, Senior Director of Product Marketing,
Oracle EMEA @DeeHouchen


L'LLDC ha ridefinito l'eredità dell'infrastruttura delle Olimpiadi grazie a un approccio innovativo ai progetti di rigenerazione

Il paese che ospita i Giochi olimpici attraversa tre fasi. La prima è quella del periodo di preparazione, in cui vengono investiti miliardi di dollari nella creazione delle nuove infrastrutture necessarie per lo svolgimento dei Giochi. La seconda è quella dell'evento principale. Per un indimenticabile periodo di due settimane, la città ospite diventa il centro del mondo: tifosi da tutto il mondo si sintonizzano per vedere gli atleti gareggiare e milioni raggiungono la città per poterli salutare di persona.

La terza e ultima fase è la più lunga e complicata. I Giochi sono terminati, le luci dei riflettori si spengono e i visitatori sono tornati a casa. È in questo momento che si comprende se la città ospite ha preso, da un punto di vista finanziario, la decisione giusta accettando di organizzare i Giochi.

Storicamente è vero il contrario. Le città che hanno ospitato i Giochi hanno sempre sottostimato i vantaggi finanziari che derivano dall'evento e raramente hanno messo in atto un piano per affrontare quello che sarebbe accaduto dopo. Da Atene a Barcellona fino a Pechino, le strutture olimpiche sono rimaste in uno stato di abbandono come triste simbolo di quanto il successo possa essere ostacolato dall'adozione di un piano a breve termine.

Cambiare i Giochi

Per questo motivo gli sforzi del London Legacy Development Corporation (LLDC) sono stati notevoli. L'LLDC è stato creato dopo la fine dei Giochi olimpici di Londra 2012 per trasformare il Queen Elizabeth Olympic Park in un'attrazione turistica vitale e, cosa ancora più importante, in un catalizzatore per la riqualificazione di una parte dimenticata di Londra. I Giochi del 2012 sono stati i più dispendiosi della storia fino a quel momento, con un investimento di 16 miliardi di dollari, ma quello che l'LLDC è riuscito a compiere negli ultimi quattro anni rappresenta l'obiettivo a cui tutte le città ospiti devono aspirare, soprattutto quando vogliono che l'investimento nei Giochi porti alla creazione di dividendi a lungo termine.

L'organizzazione è riuscita a riconvertire le strutture olimpiche, a sovraintendere alla costruzione di migliaia di nuove case, a creare migliaia di nuovi posti di lavoro e a trasformare il parco in un'attrazione culturale per turisti e abitanti del luogo. Il quartiere si è riempito di ristoranti, bar e negozi ed è diventato un luogo che attira nuovi residenti.

In che modo l'LLDC ha raggiunto questo obiettivo là dove molti hanno fallito? Le organizzazioni senza scopo di lucro non si contraddistinguono per l'innovazione a causa dei fondi e delle risorse limitati rispetto a quelli delle aziende di grandi dimensioni, eppure il progetto di riqualifica delle strutture olimpiche è in continua evoluzione.

Il successo dell'LLDC può essere attribuito all'impegno nel fare le cose in modo diverso. Questa organizzazione ha dimostrato di avere uno spirito innovativo nella modalità con cui ha affrontato la sfida post-olimpica sia nella tattica che nel modello operativo. Elemento ancora più importante, l'LLDC ha compreso subito che è necessario essere eccezionalmente sottili e agili per raggiungere i propri obiettivi e al tempo stesso gestire le barriere finanziarie e rispettare le tempistiche più strette.

Tutto questo richiedeva velocità e innovazione all'interno dell'organizzazione il che implicava l'utilizzo di mezzi a costo ridotto per implementare nuovi progetti in modo rapido. In altre parole, l'LLDC doveva diventare l'organizzazione senza scopo di lucro dell'era digitale.

Dal punto di vista dell'IT, i sistemi cloud rappresentavano la soluzione migliore. Nessuna necessità di effettuare investimenti pesanti nell'infrastruttura IT né di ospitare e gestire sistemi complessi e la possibilità di sfruttare tempi ridotti per l'operatività dei processi. L'LLDC è partito dal back-office e ha implementato un sistema ERP cloud di Oracle in appena quattro mesi: in questo modo ha potuto iniziare immediatamente a gestire e verificare il successo dei progetti.


Guarda il video dei clienti: LLDC - London Legacy Development Corporation

Mantenere la crescita

La sfida per l'LLDC consiste nello sviluppare i risultati legati alla riconversione ottenuti finora e trovare nuovi modi per ricavare profitti dagli investimenti nelle infrastrutture olimpiche. Come un nuotatore olimpionico che trascorre ogni giorno a togliere un millisecondo dal proprio tempo o come un ciclista che trascorre ore in una galleria del vento per rendere l'assetto in discesa più aerodinamico, l'LLDC deve continuare a migliorare l'organizzazione, fare di più con meno risorse ed essere innovativo.

Ma i vincoli finanziari e le scadenze strette difficilmente permettono alle organizzazioni senza scopo di lucro di implementare nuovi progetti con totale fiducia. Un approccio misurato e cauto rappresenta l'opzione migliore. E in che modo un'organizzazione come l'LLDC può continuare a essere operativa riducendo rischi e costi? Ampliando la filosofia della velocità e dell'agilità alla pianificazione.

Con il cloud il reporting e la gestione dei progetti sono più efficaci. Ma il cloud permette anche alle aziende di sviluppare e modellare gli scenari futuri per poter ideare nuovi progetti con maggiore sicurezza. Invece di scommettere su un approccio non testato, gli utenti possono creare in modo rapido e preciso sapendo in che modo le diverse condizioni influenzeranno il progetto, così svilupperanno un piano più completo che copra tutti gli eventuali problemi.

Per un'organizzazione come l'LLDC il cui obiettivo è riconvertire edifici da miliardi di dollari, tutto questo serve a diminuire i costi e i rischi potenziali dal risultato di un'equazione piuttosto dispendiosa.

Un precedente di innovazione

I Giochi olimpici continueranno a rappresentare una grande spesa per le città ospiti. I Giochi di quest'anno hanno comportato una spesa di circa 12 miliardi di dollari e con il Brasile nel mezzo di una recessione tutti gli occhi saranno puntati su Rio de Janeiro per mantenere il periodo di crescita positiva ora che i Giochi si sono chiusi.

Il Mondiale di calcio del 2014 non è stato un buon precedente. I report suggeriscono che la maggior parte degli stadi costruiti per il torneo sono caduti in disuso. Tuttavia il futuro delle strutture olimpiche di Rio sembra più promettente. George Hilton, il ministro dello Sport, ha ammesso che ci sono stati degli errori nella gestione post-Mondiale e che è intenzionato a “lasciare un'eredità”.

Le nuove linee di trasporto istituite per i turisti accorsi per le Olimpiadi collegano parti della città che prima erano isolate. Guardando in avanti, il piano è di ospitare “centri di invito allo sport” negli ex edifici olimpici. In queste grandi palestre i bambini delle comunità più povere potranno imparare le discipline olimpiche.

Si tratta di una nobile iniziativa e di un ottimo modo per riconvertire le strutture olimpiche per le generazioni future. Tuttavia, affinché i Giochi olimpici di Rio lascino una vera eredità ci deve essere un impegno a lungo termine verso programmi come questo. Proprio come a Londra, il successo sarà un prodotto della combinazione tra l'innovazione e la ricerca di un miglioramento continuo in modo autonomo. E, come nel caso dell'LLDC, un approccio misurato e agile alla pianificazione getterà le basi di anni di innovazione.


Per saperne di più