PUNCH Torino manda su di giri le simulazioni di fluidodinamica del motore utilizzando Oracle Cloud

Il gruppo di ingegneria automobilistica italiano adotta Oracle Cloud Infrastructure per l'esecuzione di test di elaborazione a elevate prestazioni dei sistemi di propulsione.

Condividi:

OCI offre prestazioni incredibili per i carichi di lavoro HPC, accelerando le simulazioni dei fluidi computazionali e ottimizzando i costi.

Mauro BighiCIO, PUNCH Torino

Lista dei prodotti

Sfide per il business

Fondata nel 2005 a Torino, Italia, PUNCH Torino è uno dei principali fornitori di sistemi di propulsione innovativi e di soluzioni di controllo per le case automobilistiche. Precedente sito di centro di eccellenza per General Motors Global Propulsion System, PUNCH Torino sviluppa e progetta propulsioni anche con tecnologie a base di idrogeno. I suoi sistemi turnkey sono progettati per le aziende automobilistiche che mirano a creare veicoli ad emissioni zero.

Nel febbraio 2020 l'azienda è diventata parte del gruppo belga PUNCH, che possiede competenze nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di trasmissioni automatiche. Con il cambio di proprietà, il gruppo PUNCH doveva fornire ai suoi 700 ingegneri un sistema ecologico per sostituire l'high-performance computing (HPC) on-premise gestito da General Motors a Detroit. Come parte di questo sforzo, PUNCH Torino doveva costruire una nuova infrastruttura IT da zero.

Perché PUNCH Torino ha scelto Oracle

L'azienda ha chiesto a Oracle, Microsoft, AWS e Google di eseguire diverse simulazioni di fluidodinamica computazionale da comparare rispetto agli standard. PUNCH Torino ha inoltre progettato un proof of concept che servisse come ambiente di produzione una volta selezionato un fornitore.

Dopo aver messo a confronto quattro fornitori cloud uno contro l'altro in un'ampia proof of concept, PUNCH Torino ha scelto Oracle Cloud Infrastructure (OCI) come base per lo svolgimento di più servizi di simulazione e prototipazione virtuale.

OCI ha raggiunto la vetta delle classifiche grazie ad una maggiore scalabilità, a prestazioni più elevate ed a controlli più rigorosi sui costi. Oracle ha supportato la proof of concept con esperti del settore automobilistico nelle soluzioni HPC basate nell'Oracle EMEA Center of Excellence di Malaga, in Spagna.

Risultati

PUNCH Torino ora fa pieno uso di OCI per testare virtualmente le tecnologie dei veicoli. Nell'infrastruttura OCI, le simulazioni iniziali di fluidodinamica applicate all'analisi del motore sono state più veloci del 24% rispetto allo standard fissato per la proof of concept. Questo parametro relativo alle prestazioni, insieme al 33% in meno di utilizzo del core, ha portato PUNCH Torino a convertire la proof of concept nella sua piattaforma cloud HPC su OCI dopo 10 settimane.

L'azienda ha spostato le sue complesse simulazioni di fluidodinamica e prototipazione virtuale su OCI, cosa che ha dato a PUNCH Torino la possibilità di ridimensionare a seconda del carico di lavoro. OCI ha anche consentito a PUNCH Torino di supportare requisiti ad elevate prestazioni e di ottimizzare i costi.

Inoltre, OCI ha eliminato gli svantaggi pre-cloud della coda di attività per le risorse o l'eccessiva capacità del server sprecata per nodi di calcolo inutilizzati. Adesso, gli ingegneri di PUNCH Torino possono distribuire il numero preciso di core di elaborazione che producono il risultato desiderato entro un periodo di tempo e un budget predeterminati.

Grazie alla capacità di OCI di designare la forma di computazione ottimale per ogni simulazione di motore, gli ingegneri possono bilanciare la velocità di analisi rispetto al costo di esecuzione della forma di computazione durante il ciclo di modellazione.

Gli ingegneri connessi alla region del data center Oracle Cloud Milano controllano ora la durata e i costi delle simulazioni di fluidodinamica, sfruttando il ridimensionamento automatico di OCI per avviare decine di migliaia di core su richiesta o disattivarli quando non sono più necessari. Se prima si dedicava a un unico produttore di auto alla volta, l'organizzazione ora esegue più simulazioni in parallelo, fornendo a numerosi clienti del settore automobilistico analisi di fluidodinamica senza sovrapposizioni.

I partner

PUNCH Torino ha scelto il team di progettazione HPC Do IT Systems e gli specialisti Oracle per implementare l'architettura. L'ambiente è stato poi rilasciato con successo per la produzione, con una transizione fluida, grazie all'impegno e al duro lavoro del team coinvolto nel progetto.

Pubblicato:18 marzo 2022