Gli interventi di Oracle OpenWorld 2017: Thomas Kurian

Oltre il cloud: Oracle offre uno scorcio del futuro

Dai chatbot all'intelligenza artificiale, gli executive di Oracle Thomas Kurian e Dave Donatelli spiegano come le aziende possono sfruttare queste nuove opportunità.

Di Chris Murphy


Thomas Kurian, Presidente dello sviluppo dei prodotti di Oracle, ha tracciato il percorso tecnologico futuro di Oracle che include intelligenza artificiale, machine learning, chatbot e nuove interfacce umane.


Il presidente dello sviluppo Thomas Kurian illustra le modalità con cui Oracle sta implementando nuove tecnologie e forme di interfaccia umana nell'offerta cloud.

Durante il suo intervento all'Oracle OpenWorld di San Francisco, Kurian ha dichiarato che queste tecnologie emergenti si adattano alla visione che Oracle ha adottato sin dall'inizio dello sviluppo della sua offerta cloud, avvenuto più di dieci anni fa: vogliamo che chiunque, in qualunque parte del mondo, possa accedere alla potenza dell'intera gamma di tecnologie Oracle utilizzando semplicemente un browser o un telefono.

"Vi mostreremo non soltanto le innovazioni di Oracle Cloud, ma daremo anche una breve occhiata al futuro di Oracle, a come stiamo implementando le nuove tecnologie del computing autonomo, dell'intelligenza artificiale, dell'IoT, della blockchain e di altre forme di interfaccia umana nella nostra offerta cloud" ha detto Kurian.

"Queste tecnologie emergenti offrono alle aziende una finestra di opportunità per ottenere un vantaggio competitivo. Per questo è ancora più importante che le aziende adottino una strategia cloud ben definita" ha dichiarato Dave Donatelli, Executive vice president di Oracle, durante lo stesso intervento.


Dave Donatelli, Executive vice president di Oracle, illustra in che modo le tecnologie emergenti offrono alle aziende una finestra di opportunità per ottenere un vantaggio competitivo.

"Siamo completamente occupati nelle nostre attività lavorative quotidiane. Dove possiamo trovare il tempo per trasformare la nostra azienda e sfruttare le opportunità offerte da queste tecnologie?" si è domandato Donatelli. Secondo Donatelli "Grazie ai servizi cloud, le aziende dedicano meno tempo e denaro al supporto e alla manutenzione quotidiana dell'IT: in questo modo possono concentrare talento e risorse per applicare nuove tecnologie nella gestione delle attività".

Donatelli ha notato che Oracle è l'unico fornitore di servizi cloud a offrire tre modalità diverse con cui le aziende possono adottare queste nuove tecnologie. Possono seguire il modello tradizionale implementandole on-premise, sfruttare tutti i vantaggi di una sottoscrizione cloud ed eseguirle allo stesso tempo all'interno del proprio data center utilizzando il modello Oracle Cloud at Customer o abbracciare un modello puramente cloud. "Questo approccio ci ha permesso di servire clienti di tutte le dimensioni e di tutti i livelli di maturità" ha dichiarato.

Kurian è poi passato a parlare dell'ampiezza dei servizi Oracle Cloud all'interno di applicazioni, infrastruttura, piattaforma e data as a service. Dopo, lui e i membri del suo team di sviluppo hanno dimostrato in che modo Oracle applica le tecnologie emergenti per portare avanti questa visione del cloud. Questi sono tre esempi.

L'ascesa dei chatbot e delle nuove interfacce umane

Kurian ha mostrato in che modo una squadra sportiva ha utilizzato un chatbot per permettere a un cliente di utilizzare Facebook Messenger per verificare la disponibilità di posti, scoprire le diverse opzioni e acquistare i biglietti. Grazie agli algoritmi AI, il bot può decidere di proporre al cliente l'offerta che ha la più alta probabilità di favorire profitti aggiuntivi, come ad esempio servire il cibo al cliente direttamente al suo posto.

La nuova funzionalità di sviluppo dei bot di Oracle, che fa parte di Oracle Mobile Cloud Enterprise, permette alle aziende di creare questo tipo di customer experience interattiva utilizzando strumenti drag-and-drop. Gli sviluppatori definiscono in che modo debba fluire la conversazione, quali tipi di domande i clienti potrebbero porre e quali canali di messaggistica, come ad esempio Messenger, Slack, assistenti vocali o di altro tipo, i clienti possono usare. Le funzionalità di elaborazione del linguaggio naturale integrate nelle piattaforma comprendono le sfumature e il contesto delle conversazioni. Inoltre gli sviluppatori possono utilizzare le API per integrare il bot nei sistemi back-end in modo da immettere dati come la programmazione degli incontri della squadra e la disponibilità dei posti.

La nostra visione analitica è molto semplice: permettere a chiunque, in ogni parte del mondo, di analizzare qualunque tipo di dati proveniente da qualunque fonte...

—Thomas Kurian, Presidente dello sviluppo di Oracle

I chatbot sono solo una delle forme di quelle che Kurian ha definito le nuove interfacce umane che Oracle continuerà a sviluppare e offrire.

"Secondo la nostra visione, l'interfaccia umana per le applicazioni offrirà un'esperienza perfetta per gli umani" ha dichiarato. "Non si tratterà più soltanto di schermate di computer o dispositivi mobile, ma sarà possibile parlare all'applicazione. I clienti potranno interagire con i sistemi di messaggistica. Puoi scattare fotografie e possiamo identificare le immagini, confrontandole con altri oggetti e automatizzando le transazioni".

Nuove funzionalità di analytics

Una dimostrazione ha illustrato l'esempio di un'azienda che vuole monitorare Facebook, Twitter e Instagram per comprendere meglio il mercato e i potenziali clienti. Tuttavia, per avere una visione completa non è sufficiente sapere con quanta frequenza un prodotto viene menzionato. Un produttore di scarpe vorrà sapere quanto spesso appare una fotografia del suo prodotto o di quello dell'azienda rivale e anche il contesto, come ad esempio se le scarpe vengono indossate da un atleta professionista o da un bambino al parco giochi.

"La nostra visione analitica è molto semplice: permettere a chiunque, in ogni parte del mondo, non soltanto agli analisti professionisti, di analizzare qualunque tipo di dati proveniente da qualunque fonte" ha detto Kurian. "Non soltanto numeri, ma immagini, audio, video, dati testuali e dei sensori".

Thomas Kurian

Secondo Thomas Kurian "Oracle desidera che i clienti e gli sviluppatori utilizzino l'IT in un modo completamente nuovo".

Kurian ha annunciato la nascita di un nuovo servizio, Oracle Analytics Cloud, grazie a cui le aziende possono gestire la varietà di dati ed elaborare, riepilogare e visualizzare insight da essi. E, anziché aspettare passivamente che l'analista ponga delle domande, il machine learning integrato nel sistema indicherà dei suggerimenti, come identificare il traffico dei bot e chiedere se desideri includerlo o escluderlo dai risultati, o individuare indicatori chiave della performance e domandare se il sistema debba tracciarli. Un analista può accettare questi suggerimenti o chiedere di configurare i propri KPI.

E i grafici non saranno l'unico modo in cui comprendere quando un KPI si sposta.

"Il sistema li monitorerà per te. Ti invierà un messaggio sulla tua piattaforma di messaggistica preferita tramite bot per dirti 'Ciao, i dati sono cambiati e gli indicatori chiave della performance sono stati modificati'" ha dichiarato Kurian. "E può anche inviare un messaggio vocale per dirti perché i dati sono cambiati. Queste sono nuove modalità di visualizzazione dei dati e di collaborazione con altre persone utilizzando questi dati".

Applicazioni più intelligenti

Oracle offre una piattaforma di intelligenza artificiale per permettere agli sviluppatori di sviluppare e applicare il machine learning e gli algoritmi AI. Allo stesso modo, Oracle integra direttamente la AI nelle applicazioni software-as-a-service, utilizzando algoritmi approfonditi e di dominio specifico ottimizzati per ERP, HCM e CRM.

"Pensiamo che nel corso del tempo le applicazioni debbano diventare più intelligenti" ha detto Kurian. "E il modo in cui questo avverrà sarà tramite le regole di business, che attualmente sono codificate manualmente dagli umani all'interno di queste applicazioni: tali regole verranno potenziate o sostituite dagli algoritmi di apprendimento basati sull'intelligenza artificiale".

Ad esempio, i sistemi ERP confronteranno i prezzi per proporre consigli sul prezzo migliore di un prodotto. Le app per il procurement individueranno in modo più efficace le transazioni fraudolente. I sistemi HR identificheranno i candidati migliori o i passaggi per fidelizzare i dipendenti e sviluppare la loro carriera.

I clienti e gli sviluppatori possono utilizzare l'IT in un modo completamente nuovo per trasformare la tua organizzazione, la tua azienda e il mondo.

—Thomas Kurian, Presidente dello sviluppo di Oracle

Kurian ha riportato l'esempio di come di solito i manager dicano sì a 99 approvazioni su 100 che riguardano le attività di routine. "Quindi stai sprecando il tuo tempo guardando 99 elementi per trovare quello a cui potresti dire di no" ha detto Kurian. "Pensa se il sistema potesse farlo al posto tuo".

Kurian ha promesso che Oracle continuerà a promuovere questo tipo di innovazione.

"Lo facciamo per offrire ai nostri clienti e ai nostri sviluppatori una tela su cui dipingere la loro visione, i loro sogni e le loro ambizioni, per utilizzare l'IT in un modo nuovo, completamente nuovo, per trasformare la tua organizzazione, la tua azienda e il mondo" ha detto Kurian.

Per saperne di più


Safe Harbor
Le informazioni riportate sopra hanno lo scopo di illustrare la nostra direzione di prodotto generale. Sono fornite a puro titolo informativo e non possono essere inserite in nessun contratto. Non rappresentano alcun impegno a fornire materiale, codice o funzionalità e non dovrebbero essere utilizzate per prendere decisioni di acquisto. Lo sviluppo, il rilascio e le tempistiche di qualsiasi caratteristica o funzionalità descritta per i prodotti Oracle rimangono a unica discrezione di Oracle Corporation. Si applicano costi per le nuove offerte dei prodotti database.

Le affermazioni presenti in questo articolo relative ai piani futuri, alle aspettative, alle opinioni e alle intenzioni di Oracle sono dichiarazioni previsionali e sono pertanto soggette a rischi materiali e incertezze. Tali dichiarazioni si basano sulle aspettative e sulle assunzioni attuali di Oracle e alcune di esse sono indipendenti dal suo controllo. Tutte le informazioni presenti in questo articolo sono aggiornate al 4 ottobre 2017 e Oracle non si assume l'obbligo di aggiornare le dichiarazioni fatte alla luce di nuove informazioni o di eventi futuri.