Comunicato stampa

La nuova generazione di Oracle Exadata X10M offre elevata scalabilità e un rapporto prezzo/prestazioni nettamente migliorato

Throughput delle transazioni fino a 3 volte superiore, analytics 3,6 volte più rapidi, e +50% di consolidamento in più rispetto alla generazione precedente

Milano26 giugno 2023
Exadata X10M

Oracle ha presentato l'ultima generazione delle piattaforme Oracle Exadata X10M, che offre livelli di prestazioni e disponibilità ineguagliabili per tutti i carichi di lavoro che gestiscono dati tramite Oracle Database.

Con un prezzo iniziale analogo a quello della generazione precedente, queste nuove piattaforme Exadata (create e ingegnerizzate da Oracle come sistemi integrati hardware + software) offrono oggi ancora maggiore capacità per garantire livelli superiori di consolidamento dei database e un valore nettamente più elevato. Migliaia di organizzazioni di ogni dimensione, tra cui la maggior parte di quelle più grandi del settore finanziario, telecomunicazioni e retail, eseguono i loro workload più strategici e impegnativi di gestione dati su Oracle Exadata.

"La piattaforma Oracle Exadata X10M di 12a generazione prosegue la nostra strategia con l'obiettivo di offrire ai clienti livelli elevatissimi di scalabilità, prestazioni e valore, e noi intendiamo renderla disponibile ovunque, nel cloud e on-premises", ha dichiarato Juan Loaiza, Executive Vice President, Mission-Critical Database Technologies, Oracle. "I clienti che scelgono le implementazioni Exadata in cloud traggono inoltre vantaggio dall'esecuzione di Oracle Autonomous Database, che riduce ulteriormente i costi, grazie a un vero e proprio modello di pagamento a consumo e all’eliminazione della necessità di amministrare manualmente database e infrastruttura."

Disponibili sia come Oracle Exadata Cloud@Customer che come Oracle Exadata Database Machine, le nuove piattaforme Exadata X10M utilizzano processori AMD EPYC TM di 4a generazione. Grazie a database server che dispongono di un numero di core fino a 3 volte superiore e storage server con il doppio dei core rispetto alla generazione precedente, le piattaforme Exadata X10M offrono un  throughput di transazioni fino a 3 volte superiore e query di analytics fino a 3,6 volte più rapide. Gli storage server ad alta capacità di Exadata X10M  ora possono contenere il 22% di dati in più, mentre gli storage server all-flash ora offrono una capacità 2,4 volte superiore a quella dei sistemi precedenti. Inoltre, i nuovi database server supportano una capacità di memoria superiore del +50%, e consentono l'esecuzione di un numero maggiore di database sullo stesso sistema.

"Le CPU AMD EPYC ™ dei server sono state interamente concepite per raggiungere tre obiettivi principali: garantire prestazioni più elevate per i complessi carichi di lavoro dei datacenter, ridurre la latenza tramite cache più grandi e strutturate, aumentare il throughput grazie a un numero superiore di core per socket. Questa piattaforma offre la soluzione ideale per i carichi di lavoro mission-critical di gestione dati", ha dichiarato Mark Papermaster, Executive Vice President e Chief Technology Officer di AMD. "I nostri tecnici hanno lavorato a stretto contatto con Oracle per garantire che le piattaforme Exadata X10M basate sui processori AMD EPYC di 4a generazione, con 96 core per socket, abbiano una configurazione bilanciata che garantisca una scalabilità quasi lineare e un'efficienza energetica superiore per i workload database."

Insieme, il rapporto prezzo/prestazioni migliorato e la capacità superiore di storage e memoria permettono di consolidare i database in modo più efficace, riducendo drasticamente i costi per tutti i carichi di lavoro di gestione dati. Inoltre, grazie alla densità superiore delle risorse di elaborazione e storage delle piattaforme Exadata X10M, i clienti possono risolvere le loro necessità con sistemi di dimensioni inferiori, riducendo costi di alimentazione, raffreddamento e spazio fisico del datacenter, oltre a migliorarne la sostenibilità. A questo si aggiunge il fatto che, grazie a grande scalabilità e costi di consumo ridotti, Exadata Cloud@Customer X10M permette ai clienti di implementare facilmente ulteriori ambienti di sviluppo, test e produzione, senza aggiungere nuovi server o sistemi.

Le organizzazioni possono espandere l'infrastruttura Exadata X10M in orizzontale aggiungendo singoli server - database o storage -, in modo da ottenere configurazioni personalizzate per soddisfare le loro esigenze immediate, con la possibilità di espanderle in futuro, in base all'evoluzione delle stesse. La tecnologia Real Application Clusters di Oracle offre caratteristiche uniche di scalabilità e manutenzione pianificata, mentre i database rimangono completamente online, sia per carichi di lavoro OLTP (Online Transaction Processing) mission-critical, sia per quelli di data warehouse.

Automazione in cloud nei datacenter aziendali con Oracle Exadata Cloud@Customer

Oracle Exadata Cloud@Customer è un componente chiave della strategia di “cloud distribuito” di Oracle, che offre ai clienti i vantaggi del cloud con un controllo superiore su residenza, localizzazione e sovranità dei dati. Exadata Cloud@Customer è l'unica piattaforma in grado di eseguire sia Oracle Autonomous Database sia Oracle Exadata Database Service nei datacenter dei clienti, all’interno del loro firewall. Autonomous Database automatizza le attività di routine e gestione manuale dei dati, tra cui ottimizzazione, applicazione delle patch di sicurezza e provisioning. Inoltre, Autonomous Database può eseguire automaticamente operazioni di scale-up e scale-down dei consumi in base alle variazioni dei carichi di lavoro, consentendo alle organizzazioni di accelerare l'esecuzione quando la domanda aumenta e di ridurre costi e consumi di risorse quando la domanda diminuisce. Autonomous Database permette ai clienti anche di evitare il provisioning eccessivo delle risorse, pagando solo il consumo effettivo. I clienti che desiderano livelli superiori di flessibilità e controllo sul proprio ambiente possono implementare sia Exadata Database Service sia Autonomous Database nello stesso sistema Exadata Cloud@Customer.

Alcuni commenti di clienti e analisti di mercato

"Noi di PayPal sappiamo bene che i microsecondi sono importanti e che un I/O fisico rapido è essenziale per garantire la massima soddisfazione dei clienti. Per far fronte ai nostri imponenti workload di gestione dati e garantirci tempi di risposta velocissimi, abbiamo deciso di modernizzare la nostra infrastruttura IT con la piattaforma Oracle Exadata X10M", ha dichiarato Akash Guha, Direttore di Transaction Processing and Data Services Enterprise Data Platform, PayPal. "Con Exadata X10M prevediamo di gestire senza problemi le nostre esigenze operative così elevate e di avere prestazioni eccellenti che superino le aspettative dei nostri preziosi clienti. Siamo certi che questa nuova partnership con Oracle ci saprà dare risultati eccezionali e promuovere un miglioramento continuo."

"Fondato nel 1808, Banco do Brasil (BB) è una delle banche più grandi e più antiche dell'America Latina. Per rispondere più efficacemente alle necessità dei nostri servizi finanziari digitali e tenere il passo con le nuove tecnologie bancarie, come la piattaforma brasiliana di pagamento istantaneo Pix, abbiamo cercato di accelerare la trasformazione digitale", ha spiegato Paulo André Rocha Alves, Infrastructure General Manager di Banco do Brasil. "Avendo scelto Oracle Exadata Cloud@Customer X10M e Oracle Cloud Infrastructure, ci aspettiamo flessibilità superiore, maggior risparmio sui costi e un'innovazione più rapida."

"Arrivata alla 12a generazione, l'ultima versione di Oracle Exadata si concentra sul potenziale offerto dalla densità, che apre le porte a possibilità completamente nuove per le infrastrutture di uso comune. Fino a poco tempo fa sarebbe stato impensabile triplicare il numero dei core, arrivando a 96, se non su sistemi specializzati a 8 socket. Ma con Exadata X10M, Oracle ha cambiato marcia lavorando con AMD, che ha superato se stessa nella scalabilità sulle normali unità a due socket", ha dichiarato Tony Baer, Direttore generale di dbInsight. "Grazie a funzionalità all'avanguardia come RDMA, i clienti Oracle hanno la certezza che scalabilità e prestazioni di Exadata continueranno ad aumentare con le loro esigenze. Eseguire Oracle Database su qualsiasi piattaforma diversa da Exadata sarebbe semplicemente folle: come continuare a utilizzare lo stesso hardware, aspettandosi risultati diversi."

"Oracle Exadata X10M e Oracle Exadata Cloud@Customer X10M rimangono sempre identici nelle implementazioni cloud e on-premises, nonostante l'adozione dei nuovi processori AMD EPYC per l'architettura di CPU sottostante", ha dichiarato Holger Mueller, analista capo e vicepresidente di Constellation Research. "Arrivati alla 12a generazione, i progettisti di Oracle Exadata continuano a innovare l'architettura hardware e software e hanno raggiunto prestazioni più di tre volte superiori per i carichi di lavoro OLTP e di data analytics. Grazie a questa combinazione di prestazioni ancor più elevate e capacità superiore, i clienti hanno oggi la possibilità di consolidare i database e ridurre i costi operativi, aumentando al contempo i livelli di affidabilità e prestazioni e riducendo i costi del datacenter, come quelli di alimentazione e raffreddamento, per raggiungere più facilmente i loro obiettivi di sostenibilità." 

Risorse aggiuntive

Informazioni di contatto per la stampa

Informazioni su Oracle

Oracle offre suite di applicazioni integrate, oltre a un'infrastruttura sicura e autonoma in Oracle Cloud. Per maggiori informazioni su Oracle (NYSE: ORCL), visita il nostro sito www.oracle.com.

Marchi registrati

Oracle, Java, MySQL e NetSuite sono marchi registrati di Oracle Corporation. NetSuite è stata l'azienda cloud che ha inaugurato la nuova era del cloud computing.