Spiacenti, impossibile trovare dei risultati che corrispondono alla tua ricerca.

È consigliabile provare quanto segue per riuscire a trovare quello che stai cercando:

  • Controlla l'ortografia della ricerca per parola chiave.
  • Utilizza sinonimi per la parola chiave digitata, ad esempio prova “applicazione” anziché “software”.
  • Inizia una nuova ricerca.

Che cos'è una macchina virtuale (VM)?

Per semplicità, pensa a una macchina virtuale (VM) come a un "computer composto di software" utilizzabile per eseguire qualsiasi software che eseguiresti su un computer fisico reale. Come una macchina fisica, una macchina virtuale ha il proprio sistema operativo (Windows, Linux, ecc.), storage, rete, impostazioni di configurazione e software ed è completamente isolata dalle altre macchine virtuali in esecuzione su quell'host.

Perché usare una macchina virtuale?

La virtualizzazione consolida vari piccoli carichi di lavoro su un singolo computer fisico, il che garantisce una maggiore efficienza, con conseguente riduzione delle spese IT. L'implementazione di una nuova macchina virtuale con un sistema operativo e applicazioni fornisce agli amministratori IT un modo semplice per implementare ambienti a prova di concetto e DevTest prima di modificare gli ambienti di produzione.

Le macchine virtuali possono anche fornire una gestione delle risorse più semplice consolidando le macchine virtuali su un minor numero di server fisici. Inoltre, la gestione delle macchine virtuali consente alle aziende di risparmiare tempo, mantenendo meno hardware, fornendo risorse più velocemente e riducendo i tempi di inattività. Possono anche ridurre lo spazio necessario per implementare i server, di conseguenza, riducono il consumo di energia, rendendoli anche una soluzione più ecologica.

Le macchine virtuali possono anche rappresentare un modo conveniente per eseguire applicazioni legacy senza dover effettuare la migrazione verso un sistema operativo completamente nuovo. Man mano che l'hardware invecchia o diventa obsoleto, la virtualizzazione consente a un utente di godere del meglio di entrambi i mondi: può aggiornare l'hardware, ma mantenere l'accesso ai sistemi operativi precedenti.

La migliore macchina virtuale è altamente portabile, il che significa che può essere spostata tra computer fisici in una rete e persino tra ambienti on-premise e cloud. L'esecuzione di più macchine virtuali sullo stesso host può ottimizzare l'utilizzo delle risorse di sistema.

La nostra piattaforma cloud è una piattaforma dotata dei più recenti vantaggi della tecnologia di virtualizzazione. Le macchine virtuali basate su OCI (Oracle Cloud Infrastructure) forniscono capacità di elaborazione sicura ed elastica nel cloud per una varietà di carichi di lavoro: da piccoli progetti di sviluppo ad applicazioni su larga scala. Consentiamo alle VM di essere distribuite, gestite e disattivate facilmente. Inoltre, supportiamo un ampio elenco di sistemi operativi Microsoft Windows Server e Linux, con immagini standardizzate e configurazioni sicure che possono ridurre l'errore umano, abbassando i costi e migliorando la sicurezza.

Virtualizzazione e hypervisor: cosa determina il funzionamento delle macchine virtuali?

Con la virtualizzazione, un singolo computer (host) può eseguire più computer virtuali (VM), ciascuno con i propri sistemi operativi, core del processore, memoria, storage e rete. Poiché la virtualizzazione consente di consolidare vari piccoli carichi di lavoro su un singolo computer fisico, garantisce un elevato utilizzo delle risorse, riducendo le spese IT.

Se la virtualizzazione è definita come l'abilitazione di più sistemi operativi per l'esecuzione su un singolo computer host, il componente essenziale nello stack di virtualizzazione è l'hypervisor, che tiene insieme la VM e il computer host. Un hypervisor è un livello di software che consente l'esecuzione delle macchine virtuali sul computer host e distribuisce processori, memoria e storage a ciascuna macchina virtuale.

Questo hypervisor, noto anche come monitor della macchina virtuale (VMM), crea una piattaforma virtuale mediante la quale vengono eseguite e monitorate più VM. Ciò consente a più sistemi operativi, dello stesso o diverso sistema operativo, di condividere le risorse hardware.

Ad esempio, VirtualBox è un popolare prodotto di virtualizzazione per costruire questo ambiente virtuale. È un software gratuito e open source che consente agli sviluppatori e agli amministratori IT di implementare rapidamente i sistemi operativi. VirtualBox può essere installato su macOS, Linux e Windows. Altri hypervisor includono VMware vSphere e Microsoft Hyper-V.

Tipi di virtualizzazione

Oggigiorno, le organizzazioni devono affrontare la crescente complessità e il provisioning nei data center per garantire crescita ed espansione. Questi vincoli includono maggiori esigenze di alimentazione, costi del data center, vincoli di spazio fisico e complessità di interconnessione.

Pertanto, i produttori di software e hardware hanno iniziato ad affrontare alcuni di questi problemi modificando il modo in cui i data center tradizionali sono progettati tramite la virtualizzazione. Esistono i vari tipi di virtualizzazione:

Virtualizzazione hardware:

La virtualizzazione dell'hardware, comprese le versioni dei computer e dei sistemi operativi (VM), crea un singolo server primario, virtuale e consolidato.

Virtualizzazione del software:

crea un sistema informatico, compreso l'hardware, che consente l'esecuzione di uno o più sistemi operativi guest su una macchina host fisica.

Virtualizzazione dello storage:

Virtualizza lo storage consolidando più dispositivi di storage fisico, che appaiono come un'unica unità di storage per performance ottimizzate e maggiore velocità.

Virtualizzazione della rete:

Consente la creazione di reti virtuali cloud basate su applicazioni su un set di sistemi completamente distribuito, distinto dall'infrastruttura di rete fisica. La virtualizzazione della rete alloca la larghezza di banda tra i canali, fornendo risorse a server e dispositivi in tempo reale.

Virtualizzazione del desktop:

Separa il tuo ambiente desktop dal dispositivo fisico e archivia un desktop su un server remoto, consentendo l'accesso da qualsiasi luogo su qualsiasi dispositivo.

Cloud computing e macchine virtuali

È facile confondere la virtualizzazione con il cloud, principalmente perché entrambi ruotano attorno alla creazione di ambienti funzionali dalle risorse di una rete. Tuttavia, la virtualizzazione è una tecnologia per eseguire più macchine virtuali su un singolo componente hardware. L'hardware esegue il software, consentendo di installare più sistemi operativi che possono essere eseguiti contemporaneamente e in modo indipendente, in un ambiente sicuro, con una riduzione minima delle performance.

D'altra parte, i cloud sono ambienti IT che astraggono, mettono in comune e condividono risorse scalabili attraverso una rete.

La virtualizzazione è una tecnologia in cui il cloud computing è un ambiente. La virtualizzazione è il software principale che consente il cloud computing, ormai strumento talmente essenziale che le aziende che non lo utilizzano si ritrovano uno svantaggio competitivo.

Contenitori a confronto con macchine virtuali

I container e le macchine virtuali vengono utilizzati da sviluppatori e professionisti IT per creare ambienti virtuali isolati per testare e sviluppare software. Sebbene l'esecuzione di un sistema operativo completo da parte di una macchina virtuale dipenda da un host, un container è un silo isolato che esegue un'applicazione sull'host. I container eseguono applicazioni che non dipendono da un sistema operativo, ma isolano un'applicazione virtualizzandola.

Poiché i container non contengono sistemi operativi, sono leggeri e più portatili delle macchine virtuali. Inoltre, sebbene i container siano portatili, rimangono comunque vincolati dal loro sistema operativo. Quindi un container per Windows non può essere eseguito su Linux. La decisione tra un container o una macchina virtuale dipende dal futuro utilizzo di un ambiente virtuale.

VirtualBox per Mac OSX con una macchina virtuale Linux

Kubernetes è un sistema open source per la gestione delle applicazioni in un ambiente container. Kubernetes automatizza i processi per implementare e ridimensionare le applicazioni container. L'utilizzo di più container per un'app è diventata una pratica comune, con i container distribuiti su più server. Il nostro Container Engine for Kubernetes è un servizio gestito che consente l'implementazione dei container, permettendone il ridimensionamento in base al carico di lavoro.

Scopri di più sulle differenze tra la creazione e l'implementazione delle applicazioni su macchine virtuali rispetto a Kubernetes.

Virtualizzazione e Oracle

Offriamo prodotti di virtualizzazione integrati, dal desktop al data center fino al cloud pubblico. Andando ben oltre il semplice consolidamento, consentendo agli utenti di virtualizzare e gestire uno stack hardware e software completo.

Scopri di più su come gestire il tuo Oracle Linux KVM:


Oracle VM offre agli utenti la possibilità di implementare sistemi operativi e software applicativo all'interno di un ambiente di virtualizzazione supportato. Le offerte di Oracle includono: