Nessun risultato trovato

La tua ricerca non ha prodotto risultati.

È consigliabile provare quanto segue per riuscire a trovare quello che stai cercando:

  • Controlla l'ortografia della ricerca per parola chiave.
  • Utilizza sinonimi per la parola chiave digitata, ad esempio prova “applicazione” anziché “software”.
  • Prova una delle ricerche popolari mostrate di seguito.
  • Inizia una nuova ricerca.
Domande di tendenza

Oracle Cloud Free Tier

Sviluppa, testa e implementa applicazioni sfruttando gratuitamente le funzionalità di elaborazione del linguaggio naturale.

Cos'è il Domain Name System (DNS)?

Il DNS è l'indice principale di Internet che indirizza il traffico per le query sul web. L'analogia più semplice è quella di un elenco di contatti sul telefono: i contatti sono ordinati per nome, ma contengono numeri di telefono o indirizzi specifici. Nella sua forma più semplice, il DNS è la stessa cosa per Internet. Tutti i server Internet funzionano su indirizzi IP (Internet Protocol), che per lo più sembrano diversi gruppi di numeri separati da punti (ad esempio 123.456.789.100), sebbene esistano altre varianti.

Il sistema dei nomi di dominio non è sempre stata l'impostazione predefinita per l'accesso alle informazioni del web. Agli albori dell'utilizzo di Internet, un piccolo gruppo di singole reti gestiva le proprie convenzioni di denominazione. Fu solo nel 1983 che fu ideato il concetto di un DNS centralizzato. Quando la Internet Engineering Task Force è stata creata nel 1986 per applicare gli standard e le best practice alla piattaforma in crescita, il DNS faceva parte del gruppo iniziale di linee guida adottate.

Tuttavia, il web è progettato per garantire un'esperienza utente immediata, con nomi di dominio che possiamo ricordare, come www.oracle.com. Il DNS è il sistema che collega i nomi di dominio ai relativi indirizzi IP. Quando gli utenti web immettono un nome di dominio nel proprio browser, il provider di servizi Internet locale (ISP) utilizza il DNS per identificare l'IP corretto per il nome di dominio, consentendo così all'utente web di scaricare la pagina o l'asset desiderato. Dietro le quinte, si verificano altri passaggi specifici, ma per l'utente tipico, questa è la sua esperienza.


Sistema dei nomi di dominio e server dei nomi di dominio a confronto

Per l'utente occasionale, può essere molto facile confondere il sistema dei nomi di dominio e il server dei nomi di dominio con l'acronimo DNS. Qual è la differenza? DNS significa correttamente sistema di nomi di dominio; il server dei nomi di dominio tecnicamente non è un termine che esiste realmente. Le persone tendono invece a indicare i server dei nomi, che sono i server DNS locali utilizzati per risolvere le query sui nomi locali. Il sistema dei nomi di dominio si riferisce a un sistema più ampio e completo per la traduzione dei nomi di dominio e degli indirizzi IP come parte di un processo in più fasi. Di seguito vengono descritti sia il processo DNS che i ruoli dei vari server dei nomi di dominio.

Cos'è Dyn?

Fondata originariamente nel 2001, Dyn è passata dal progetto di alcuni studenti a società di servizi DNS internazionale. Oracle ha acquisito Dyn nel 2016; da allora DNS, sicurezza delle applicazioni web e servizi di consegna della posta elettronica di Dyn sono completamente integrati in Oracle Cloud Infrastructure. Il risultato è un chiaro ampliamento delle capacità di Dyn, insieme alla flessibilità di sfruttare i servizi disponibili in Oracle Cloud.

Scopri di più su Oracle Dyn

Come funziona il DNS

Sebbene l'esperienza utente del DNS sia stata trattata in precedenza, ci sono molti altri aspetti da considerare, oltre a quello del punto di vista dell'utente. Gli utenti in genere visualizzano solo i passaggi presenti nella barra di stato del proprio browser web, come "contattare l'host" e "attendere una risposta". L'attività iniziale del processo di caricamento della pagina web è incentrata sulla ricerca e la traduzione del DNS.

Per capire come funziona il DNS, è importante prima di tutto imparare diverse definizioni:

  • Risolver DNS ricorsivo: un resolver DNS ricorsivo è il server DNS che elabora la richiesta iniziale e si connette con l'autorità di livello superiore per i dettagli del dominio stabilito.
  • Nameserver autorevole: conosciuto anche come server root, si tratta di un insieme di server consolidati che forniscono un elenco autorevole di domini.
  • Dominio di livello superiore: il dominio di livello superiore contiene il suffisso di un nome di dominio, ad esempio .com, .org e .net.
  • Nameserver: la parte di un server che contiene i record dei nomi di dominio e dei rispettivi indirizzi IP, simile a una rubrica.

In particolare, il DNS utilizza i seguenti passaggi, sebbene una cache locale su un browser o un sistema operativo possano ignorarne alcuni.

Avviare query per utente: l'utente del browser web avvia la query digitando un nome di dominio, facendo clic su un collegamento ipertestuale o caricando un segnalibro. La query viene impostata in Internet su un resolver DNS ricorsivo.

Risolvere il TLD: il resolver interroga un nameserver autorevole, che genera una risposta di dominio di primo livello (TLD), identifica il suffisso del dominio (.com, .org, ecc.) e inoltra la richiesta.

Risolvere il nameserver: il server TLD risponde con l'indirizzo IP appropriato del nameserver del dominio.

Risolvere l'indirizzo IP: dopo aver identificato il nameserver, il resolver DNS ricorsivo interroga il nameserver del dominio. Il nameserver risponde con l'indirizzo IP corretto.

Trasferimento dati: una volta identificato l'indirizzo IP, il browser può richiedere il trasferimento dei dati per la pagina di destinazione e/o le risorse utilizzando il protocollo di trasferimento ipertestuale (HTTP).

Come funziona il DNS?

Esigenze commerciali ed esigenze aziendali a confronto

Per la maggior parte delle persone o anche delle piccole imprese, un acquisto a livello commerciale di un nome di dominio è tutto ciò a cui dovranno davvero pensare. Ciò significa acquistare un nome di dominio disponibile (con un costo di solito intorno ai $10-15 l'anno), configurare il nome di dominio con i nameserver dell'host web e procedere poi con le proprie attività.

A livello aziendale, tuttavia, le organizzazioni devono considerare molti più aspetti del DNS. Affidarsi al DNS di un provider crea varie limitazioni. Ad esempio, questo centralizza il DNS, ma per un'azienda che si occupa di traffico internazionale, le distanze geografiche possono rallentare i tempi di risposta. La situazione può diventare ancora più critica se passi da una pagina web a un'app che deve elaborare query/risposte per una base di utenti internazionale. Questa combinazione di distanza fisica e DNS centralizzato crea un unico punto di errore per generare timeout lunghi (in termini di traffico Internet, i secondi di ritardo sono considerati lunghi). Una configurazione DNS aziendale utilizza una rete dedicata, solitamente con posizioni geograficamente diverse. Ciò crea molti livelli di ridondanza ed efficienza geografica per la gestione del traffico, anche in caso di problemi con il server.

Anche la sicurezza è un problema, poiché la comunicazione DNS non crittografata può portare a malware e altri incontri pericolosi. I servizi DNS aziendali spesso dispongono di protocolli di protezione per attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) a più livelli, per mitigare l'impatto dell'attacco e mantenere i domini accessibili.

Casi d'uso del DNS aziendale

Per avere un'idea più precisa di come venga utilizzato il DNS aziendale, le seguenti situazioni offrono uno sguardo più da vicino.

Routing intelligente del traffico
Il traffico Internet presenta una quantità enorme di variabili legate agli utenti. Posizione, frequenza, volume elevato dovuto a eventi imprevisti o pubblicità e molti altri aspetti possono causare un'ondata di traffico. La gestione del traffico DNS aiuta a bilanciare questo con sistemi intelligenti progettati per guidare il traffico in base alla posizione e al prefisso IP e a bilanciare il carico tra le diverse postazioni hardware e altri risorse simili di bilanciamento degli strumenti, e a garantire agli utenti finali un'esperienza rapida e reattiva.  Scopri di più.

Alta disponibilità
Ogni azienda e organizzazione desidera massimizzare il tempo di attività del proprio sito, ma alcune circostanze (come un'app che interroga costantemente un database) danno la priorità all'alta disponibilità. Il DNS fa parte dell'equazione che garantisce un'elevata disponibilità e ciò si ottiene utilizzando una rete di hardware bilanciata rispetto ai guasti causati da disastri naturali, interruzioni di corrente, condizioni meteorologiche e altri fattori incontrollabili. Questa rete geograficamente diversificata crea un forte livello di ridondanza per garantire che i servizi rimangano ininterrotti.  Scopri di più.

Gestione della cache DNS
La memorizzazione nella cache DNS è uno strumento efficace per creare tempi di caricamento/risposta più rapidi per gli utenti finali. Tuttavia, è necessaria una gestione efficace di una cache DNS per garantire l'accuratezza e la protezione dall'avvelenamento della cache DNS, in modo che i dati privati non siano a rischio di un'esposizione benigna. La messa a punto della cache DNS per soddisfare i requisiti di un'organizzazione fa parte del più ampio spettro di gestione DNS.  Scopri di più.

Oracle DNS: il successo dei clienti

Oracle Cloud Infrastructured DNS supporta le esigenze DNS aziendali di Telenor, una società di telecomunicazioni da 12 miliardi di dollari che serve il Nord Europa. Considerata la vasta portata di utenti e traffico, tutti gli elementi del DNS aziendale sono diventati fondamentali per il successo di Telenor.

Quando ha deciso di procedere con una soluzione DNS aziendale, Telenor ha esaminato quali fossero i fattori chiave per il presente e per il futuro della propria azienda. Tempi di attività e affidabilità erano aspetti fondamentali per la base di utenti di Telenor e, sebbene l'azienda utilizzasse già diversi moduli per il bilanciamento del carico, alla fine ha deciso che aveva bisogno di una soluzione più intelligente, che potesse tenere conto di elementi come la geolocalizzazione, soprattutto con l'ampliamento del sistema dei data center.

La scelta di una soluzione DNS aziendale significava per Telenor pianificare in anticipo, tenendo conto di usabilità, scalabilità e gestibilità. Come ha affermato il System Manager di Telenor, Hakon Smeplass,"Avremmo potuto farlo da soli, ma stavamo cercando un partner in grado di fornire una rete DNS Anycast globale. Poter fare tutto nello stesso sistema rispetto a diversi sottosistemi è l'ideale.”

Ulteriori informazioni sull'esperienza di Telenor con il DNS aziendale.

Scopri Oracle DNS

Il servizio DNS Oracle distribuito a livello globale fa parte di Oracle Cloud Infrastructure e fornisce funzionalità DNS aziendali. Il risultato sono performance DNS, resilienza e scalabilità migliorate, che connettono gli utenti all'applicazione dei clienti il più rapidamente possibile, da qualsiasi parte del mondo.

Scopri di più su Oracle DNS.