Hormel unifica finance e HR con Oracle Cloud Applications

Con Oracle Cloud EPM, ERP e HCM, l'azienda alimentare globale modernizza e connette i suoi sistemi di base per migliorare le prestazioni.

Quando i nostri brand generano report, che si tratti del loro flusso di cassa, del loro conto economico o degli elementi di bilancio, sono presentati tutti allo stesso modo.

Jim SheehanVicepresidente esecutivo e chief financial officer, Hormel Foods

Una strategia coraggiosa

Quando alcune aziende decidono di modernizzare i loro sistemi informativi, stanno semplicemente giocando a rincorrersi. Hormel Foods ha adottato un approccio diverso: "Provate a prenderci".

Hormel Foods ora supporta il suo portfolio di oltre 50 brand iconici con software aziendali su un'unica piattaforma, Oracle Cloud Applications. È una mossa che ha stupito alcuni membri nell'industria alimentare, ma non è raro per un'azienda che ha trascorso 130 anni all'avanguardia nell'innovazione. Di quando in quando, Jim Sheehan, Executive Vice President e Chief Financial Officer, riceve telefonate da competitor increduli. "Dicono: 'Non state eseguendo una sola istanza di Oracle per tutti i vostri brand, vero?' La risposta è: 'Sì, è quello che stiamo facendo. Ed è un enorme vantaggio'".

Questo vantaggio è entrato in gioco con l'affare di successo con cui la società, nel febbraio del 2021, ha acquisito il brand Planters per 3,35 miliardi di dollari. L'esecuzione dell'azienda su un'unico cloud rende più semplice l'integrazione o il coinvolgimento di aziende acquisite. "Trasferire Planters su Oracle Cloud è molto più semplice del trasferirlo in un sistema home-built, soprattutto dal punto di vista di HR e payroll", ha dichiarato Mark Vaupel, vicepresidente dell'IT di Hormel Foods. "Con tutti i dati disponibili in un unico luogo tutti parliamo la stessa lingua, cosa che aiuta a spostare e integrare i dati, ad aggiungere persone a payroll, a ottenere informazioni sui benefit, a configurare gli account e così via. Abbiamo un playbook collaudato".

L'azienda con sede ad Austin, Minnesota, ha iniziato a redigere quel playbook diversi anni fa, quando i suoi leader si sono resi conto che avevano bisogno di un cambiamento importante nella loro tecnologia di informazione. In qualità di azienda alimentare globale con brand leader nel settore dei beni di largo consumo e dei servizi alimentari, Hormel Foods è un'azienda che adotta rapidamente la tecnologia e utilizza l'innovazione agile nei suoi processi e nei suoi sistemi. Tra i suoi marchi più importanti ci sono: Planters, SKIPPY, SPAM, Hormel Natural Choice, Applegate, Justin's, Wholly, Hormel Black Label e Columbus.

Effettuando col tempo acquisizioni strategiche, l'azienda ha acquisito anche diversi sistemi IT. "Abbiamo avuto diversi sistemi per varie aziende che non hanno funzionato bene insieme", afferma Sheehan. "Non ci fornivano una visione chiara dei risultati dell'azienda, erano difficili da gestire e, onestamente, erano diventati un peso per la nostra competitività".

In alcuni casi, le applicazioni di human capital management (HCM) ed enterprise resource planning (ERP) non erano state aggiornate per oltre 15 anni. Alcuni sistemi dipendevano da un'unica persona, "chiunque fosse rimasto che capiva il codice in cui erano stati scritti," riferisce Sheehan. Inoltre, Hormel Foods aveva personalizzato molte delle sue applicazioni per soddisfare le esigenze dei singoli brand.

Ma mentre l'azienda affrontava queste sfide, il suo obiettivo non era quello di giocare ad armi pari. "Volevamo essere in testa", afferma Sheehan. "Stavano cercando di fare un cambio generazionale e scavalcare i nostri competitor."

 

Avanti a gonfie vele

Hormel Foods è pazza di Oracle

Nel 2019 Hormel Foods ha lanciato Project Orion, uno sforzo ampio e strategico volto a modernizzare i suoi principali sistemi aziendali. Avendo collaborato con Oracle fin dal 1998, l'azienda ha scelto Oracle e il partner KPMG per passare a HCM, ERP ed ai suoi sistemi One Supply Chain basati sul cloud.

"Ci sembrava che Oracle avesse la giusta strategia per il cloud", afferma Vaupel. "Oltre a offrire un ambiente fusion cloud in cui i sistemi cloud sono ben integrati, Oracle si impegna ad aggiornare continuamente le proprie tecnologie. Ora otteniamo aggiornamenti trimestrali per ogni applicazione, cosa che ci permette di sfruttare nuove funzionalità, oltre a garantire che i nostri sistemi siano sicuri quanto devono essere."

Hormel Foods ha cominciato ad usare Oracle Fusion Cloud HCM nel gennaio 2020 e Fusion Cloud ERP e Oracle Cloud EPM a giugno. In un secondo momento, il team IT ha avviato il processo di phasing su Oracle Supply Chain Management Cloud. Oracle Integration and Migration, un servizio Oracle Cloud Infrastructure (OCI), è stato utilizzato per connettere rapidamente applicazioni e dati. Le tempistiche sono state, per così dire, interessanti: Hormel Foods ha bruciato le tappe con la sua modernizzazione nonostante si trovasse nel mezzo di una pandemia globale. "Abbiamo dovuto affidarci al lavoro di squadra", afferma Eldon Quam, Assistant Controller. "Da noi lavoravano dipendenti di Oracle, KPMG e Hormel Foods. Se non aveste confidenza con il gruppo, non avreste saputo distinguere tra un impiegato di Hormel Foods e uno che lavorava per un'altra azienda."

La collaborazione ha ripagato. L'estate scorsa, Hormel Foods ha visto procedere senza intoppi la sua prima chiusura finanziaria parzialmente automatizzata. La stessa cosa accadde per spostare i processi di acquisto al cloud, nonostante i grandi disordini esterni nelle supply chain globali.

Più di ogni altra cosa, Hormel Foods ci ha guadagnato un'unica piattaforma, un'unica fonte di informazioni. "Abbiamo visibilità su ogni azienda dalla stessa prospettiva", afferma Sheehan. "Quando i nostri brand generano report, sia che si tratti del loro flusso di cassa, sia che si tratti del loro conto economico o degli elementi di bilancio, sono tutti presentati allo stesso modo. Quando guardiamo la nostra base di dipendenti, ora ne vediamo la totalità, non solo il 70% con in più informazioni diverse sull'altro 30%".

 

La forza del singolo

Grazie ad Oracle Analytics, Hormel Foods ha creato un modello di previsione in grado di individuare le opportunità di crescita tra i suoi numerosi brand. "In passato, guardavamo le cose brand per brand", afferma Jana Haynes, vicepresidente e controller. "Questa è una cosa ancora importante da fare, ma ora che siamo su una piattaforma centralizzata, siamo in grado di notare cose che prima non erano evidenti".

Un esempio: Hormel Foods prevede grandi vendite per tutti i suoi brand di servizi alimentari, i quali commercializzano con ristoranti, alberghi e altri operatori di servizi alimentari. "Ne teniamo conto in tutto ciò che facciamo, dalle operazioni alla pianificazione della domanda", afferma Sheehan. "Mentre l'economia recupera ed i ristoranti riaprono, l'ultima cosa che si vuole è una carenza di prodotti in un canale in cui la domanda è forte".

Hormel Foods ha una visione panoramica analoga dei dati di approvvigionamento globali. Avendo ora tutto l'approvvigionamento, escludendo quello per Cina e Brasile, disponibile su Oracle Cloud, è più facile analizzare i fornitori. Ad esempio, l'azienda ha scoperto che alcuni dei suoi brand pagavano più di altri per lo stesso oggetto. Un'altra chicca: il numero di venditori che rappresenta l'unica fonte di oggetti su cui i suoi brand fanno affidamento. Essere a conoscenza di tutto ciò permette all'azienda di esplorare fonti alternative e di essere pronta se un fornitore non è in grado di soddisfare la domanda.

"Questo tipo di analisi offre un vantaggio competitivo", afferma Sheehan. "Ci aiuta ad essere lungimiranti e a prendere decisioni più intelligenti."

Un'azienda alimentare lungimirante che ha alle spalle 130 anni di attività continua a fare le cose per bene.

 

Partners

L'approccio basato su KPMG Powered Enterprise ha consentito a Hormel di accedere direttamente ad una progettazione organizzativa avanzata ed a tecnologia, processi e modelli operativi all'avanguardia per velocizzare l'implementazione di Oracle Cloud.

Published:3 settembre 2021