Nessun risultato trovato

La tua ricerca non ha prodotto risultati

Intervento di apertura di Oracle OpenWorld

Larry Ellison apre Oracle OpenWorld

di John Soat


Larry Ellison presenta gli obiettivi della progettazione e annuncia nuovi servizi cloud



Larry Ellison presenta gli obiettivi della progettazione e annuncia nuovi servizi cloud a Oracle OpenWorld.

Larry Ellison, Executive Chairman e CTO di Oracle, ha parlato a un pubblico entusiasta la notte di apertura della conferenza Oracle OpenWorld 2015 a San Francisco spiegando come il cloud computing rappresenti “un salto generazionale nell'informatica non meno importante di quello che ha portato all'introduzione dei personal computer.” Ha parlato di sei obiettivi di progettazione che l'azienda intende raggiungere per aiutare i propri clienti a superare le difficoltà delle implementazioni cloud—sottolineando però che “un elenco di obiettivi è diverso da un elenco di risultati.”

Obiettivi di progettazione

  • A costi contenuti. Il prezzo dei servizi di infrastruttura cloud Oracle saranno competitivi e i clienti potranno automatizzare il maggior numero possibile di operazioni cloud.
  • Affidabilità. “Non sono ammessi errori,” ha affermato Larry Ellison. “Di fatto, gli errori non sono ammessi in nessun caso.”
  • Prestazioni. “Più sono veloci i tuoi sistemi e meno risorse userai per raggiungere i tuoi obiettivi.”
  • Progettazione basata su standard. È molto semplice “trasferire” le applicazioni da on-premise al cloud.
  • Compatibilità completa. La tecnologia on-premise e i servizi Oracle Cloud saranno compatibili.
  • “Sicurezza” a ogni costo. Sia a livello di database sia a livello di silicio. In termini di priorità aziendale, ha affermato Larry Ellison, “la sicurezza è al primo posto.”

Nuovi servizi e funzionalità

A testimonianza del progresso raggiunto dall'azienda nello sviluppo del cloud, Larry Ellison ha parlato del rilascio di nuovi servizi e funzionalità:

  • Servizi cloud per la produzione/supply chain
  • L'e-commerce come parte dei servizi cloud Oracle dedicati all'esperienza cliente
  • Oracle Database 12c versione 2 che include, tra l'altro, funzionalità estese di multitenancy
  • Oracle Application Builder, uno strumento di recente rilascio che supporta la nuova interfaccia utente (UI) consumer Oracle in ambiente cloud
  • Sistema di apprendimento veloce integrato
  • Oracle Exadata Cloud Service, insieme a Oracle Exadata In-Memory e a In-Flash Database
  • Server Java multitenant e con tolleranza ai guasti
  • Oracle Big Data Preparation Cloud Service, Oracle Data Visualization Cloud Service, Oracle Big Data Discovery

Larry Ellison

L'Executive Chairman e CTO di Oracle apre Oracle OpenWorld 2015.

Oracle è l'unico fornitore per le aziende, oltre a Microsoft, in grado di offrire servizi per tutte e tre le aree cloud: software come servizio (SaaS), piattaforma come servizio (PaaS) e infrastruttura come servizio (IaaS), ha affermato Larry Ellison. Secondo le sue previsioni, questi tre servizi sono necessari per fornire ai clienti un ambiente cloud completo, in grado di supportare la migrazione graduale delle aziende per i prossimi dieci o venti anni dai sistemi on-premise al cloud pubblico. “Ed è così che siamo arrivati al punto in cui siamo oggi,” ha dichiarato Larry Ellison. E da qui Oracle va verso il futuro. 


Limitazione di responsabilità Safe Harbor
Le affermazioni presenti in questo articolo relative ai piani futuri, alle aspettative, alle opinioni e alle intenzioni di Oracle sono “dichiarazioni previsionali” e sono pertanto soggette a rischi materiali e incertezze. Tali dichiarazioni si basano sulle aspettative e sulle assunzioni attuali di Oracle e alcune di esse sono indipendenti dal suo controllo. Tutte le informazioni presenti in questo articolo sono aggiornate al 25 ottobre 2015 e Oracle non si assume l'obbligo di aggiornare le dichiarazioni fatte alla luce di nuove informazioni o di eventi futuri.


Per saperne di più