White Paper - Sei pronto per il GDPR
Cosa comporta il GDPR per i CMO
Tutto questo clamore è giustificato?

Poiché stabiliscono un contatto diretto con i clienti e i loro dati, i professionisti del marketing saranno interessati in modo particolare dal GDPR. In questa serie di domande e risposte, Marie Escaro e Kim Barlow di Oracle parlano di come il GDPR inciderà sui team di marketing.

Tutto questo clamore intorno al GDPR è giustificato? Quanto seriamente devono prenderlo in considerazione i professionisti del marketing?

Kim:
I regolatori europei hanno il chiaro mandato di rafforzare i controlli sul modo in cui le aziende raccolgono, usano e condividono i dati e la prospettiva di sanzioni elevate in caso di mancata compliance è sufficiente a indurle a eccedere in prudenza. I professionisti del marketing dovrebbero prendere molto sul serio questo aspetto, in quanto gran parte del loro ruolo è garantire che l'organizzazione adotti un approccio prescrittivo all'acquisizione, alla gestione e all'uso dei dati.

Marie:
Le aziende fanno sempre più affidamento sui dati per avvicinarsi ai loro clienti. Con i dati che ora sono considerati come una sorta di valuta virtuale del business moderno, le aziende hanno tutte le ragioni per mettere in atto i controlli necessari per tutelare se stesse e i loro clienti.

Cosa comporta questo per i CMO e i team di marketing?

Marie:
I team di marketing hanno bisogno di una visione chiara dei dati in loro possesso, di quando li hanno raccolti e di come vengono utilizzati in tutta l'azienda: grazie a questa visibilità potranno definire i processi per controllarli. In passato ho lavorato con un'azienda che archiviava informazioni in sette database diversi senza un singolo identificatore comune. Ci sono voluti due anni per unificare tutte queste informazioni in un unico database; ciò dovrebbe motivare qualsiasi azienda in una posizione simile a iniziare subito a consolidare i propri dati. È altrettanto importante impostare processi per dare priorità alla qualità dei dati. La crittografia è una buona prassi dal punto di vista della sicurezza, ma i professionisti del marketing devono anche garantire che i team stiano lavorando con dati rilevanti e accurati.

Cosa sta trattenendo i professionisti del marketing?

Kim:
C'è ancora un fraintendimento su chi sia responsabile della protezione dei dati all'interno dell'organizzazione. È facile presumere che questo sia un territorio di competenza dei dipartimenti IT e legale, tuttavia i dati sono utilizzati in qualche modo da tutti i dipartimenti, che hanno quindi la responsabilità di garantirne un uso corretto. Il marketing deve far sentire la propria voce in modo chiaro su questo argomento.

Molte aziende si trovano inoltre a fare i conti con un approccio a silos per i loro canali e dati di marketing, che ostacola la collaborazione necessaria. Questi silos di canali all'interno dei team di marketing si sono sviluppati nel corso di anni di crescita, espansione e acquisizioni ed eliminarli deve essere una priorità, così che tutti possano lavorare sulla base di una piattaforma di dati centralizzata.

Questo potrebbe ostacolare le aziende o creare più problemi del dovuto?

Kim:
Per qualsiasi azienda responsabile vale sicuramente la pena di proteggere i dati. Il GDPR, tuttavia, non riguarda solo la protezione dei dati. È un quadro di riferimento per nuove metodologie di lavoro che aiuterà le aziende a modernizzare il loro approccio alla gestione dei dati e a trarne vantaggio a lungo termine. Se partiamo dal presupposto che i dati siano un asset con un valore di mercato, è naturale che i clienti acquisiscano un maggiore controllo su chi può accedere alle loro informazioni personali e su come vengono utilizzate e condivise. Offrire ai clienti la certezza che i loro dati siano al sicuro e gestiti in modo responsabile, garantendo al tempo stesso che i dati siano strutturati meglio e con una qualità superiore, sarà positivo per le aziende che traggono valore da tali dati.

Cosa devono fare i CMO per affrontare il GDPR in modo corretto?

Marie:
Come in ogni progetto importante, il successo sarà legato a un approccio strutturato e all'adesione dei dipendenti. I CMO devono seguire da vicino questo aspetto, ma per gestire al meglio il proprio tempo dovrebbero incaricare almeno un individuo o un team competente come parte di un approccio alla compliance a livello di tutta l'organizzazione. Il marketing deve essere parte di questo sforzo collaborativo e coordinarsi con i dipartimenti Finance, IT, Operations, Vendite e qualsiasi altra parte dell'azienda per garantire che tutti i dati siano tracciati e adeguatamente protetti.

Fai clic qui per scoprire di più sul GDPR e su come Oracle può aiutarti.


Maggiori informazioni:

Siamo qui per aiutarti

Coinvolgi un esperto delle vendite

Prova

Prova Oracle Cloud

Scegli in base agli argomenti