Nessun risultato trovato

La tua ricerca non ha prodotto risultati

Cosa significa Platform as a Service (PaaS)?

Il PaaS è costituito da un insieme di servizi per creare e gestire applicazioni moderne nell'era digitale, on-premise o nel cloud.

Cosa significa PaaS?

PaaS fornisce l'infrastruttura e i componenti di middleware per consentire a sviluppatori, amministratori IT e utenti finali di creare, integrare, migrare, distribuire, tutelare e gestire applicazioni web e mobile.

Per incrementare la produttività, PaaS offre componenti di programmazione pronti all'uso che consentono agli sviluppatori di arricchire le proprie applicazioni di nuove funzionalità, tra cui le tecnologie innovative quali intelligenza artificiale (AI), chatbot, blockchain e Internet of Things (IoT).

I servizi PaaS includono anche soluzioni per analisti, utenti finali e amministratori IT professionisti, incluso big data analystics, gestione dei contenuti, gestione del database, gestione dei sistemi e sicurezza.

PaaS offre tutti i vantaggi di base del cloud computing, dai prezzi trasparenti al provisioning chiavi in mano, dalla scalabilità on-demand al disaster recovery, il tutto gestito in modo coerente attraverso dashboard facili da usare. Di conseguenza le aziende possono:

  • Standardizzare e semplificare le operazioni IT
  • Velocizzare l'innovazione aziendale con soluzioni ready-to-use
  • Ridurre i rischi di governance, di sicurezza e operativi
Accelerare l'innovazione e la trasformazione aziendale nel cloud con PaaS.

Una breve storia del PaaS

Fino all'avvento del PaaS, l'IT era spesso chiamato a valutare, acquistare, assemblare, distribuire, applicare patch, aggiornare e mantenere prodotti con licenze singole. Tali prodotti provenivano spesso da fornitori diversi, ognuno con il proprio approccio nei confronti di licenze, installazione, configurazione, sicurezza e integrazione. Questo faceva si che il processo aziendale, di gestione e integrazione, diventasse molto più complesso.

Con lo sviluppo del mercato, sono aumentati anche i componenti di middleware. Come risposta, i provider hanno tentato di semplificare la complessità creando suite di middleware preintegrate. Tuttavia, per le organizzazioni che non riuscivano a utilizzare la piattaforma di un unico fornitore come standard aziendale, la gestione e l'integrazione di più vendor continuava a essere un'operazione complessa. Sia gli sviluppatori sia i gruppi DevOps avevano la responsabilità di gestire tale complessità.

Esempi di servizi PaaS

 

Sviluppo delle applicazioni Soluzioni di business
Strumenti e processi di sviluppo Business intelligence
Contenitori Analisi dei dati
Catalogo API Sicurezza
Integrazione Management
Mobilità Gestione dei dati
Chatbot Blockchain
Artificial Intelligence (AI) e machine learning Applicazioni IoT
Componenti IoT Gestione dei contenuti

Driver chiave di business nell'adozione del PaaS

L'emergere del cloud computing ha cambiato lo scenario delle applicazioni e le piattaforme di sviluppo sono diventate i candidati ideali per semplificare tale complessità. A metà del duemila, i provider hanno cominciato a offrire un set integrato di servizi cloud per il middleware distribuiti attraverso API standardizzate: è nato il PaaS. Tuttavia, in questa fase iniziale, i provider fornivano solo server, storage e servizi di rete, mentre le soluzioni PaaS erano adatte solo ad ambienti di sviluppo a basso rischio e con requisiti ridotti.

Con il successo legato allo sviluppo di applicazioni, gli use case si sono evoluti in carichi di lavoro di produzione più leggeri, e a causa di tale transizione, sono aumentati i requisiti aziendali. Di conseguenza, è aumentata la richiesta per middleware aziendale collaudato. Le soluzioni PaaS moderne si sono quindi sviluppate per includere funzionalità di middleware aziendale consolidate.

Per le aziende, performance coerenti e prevedibili che garantiscono la continuità di business rappresentano uno dei requisiti più importanti relativi ai carichi di lavoro di produzione. Tali funzionalità sono supportate da un impegno esplicito a livello di service-level agreement (SLA). Per essere veramente efficaci, i due livelli PaaS e information-as-a-service (IaaS) devono lavorare insieme. La scalabilità e la tolleranza ai guasti senza l'arresto e il riavvio dei sistemi sono un buon esempio di tale sinergia.

Per quanto riguarda la governance, le aziende hanno anche uno standard superiore. Nel PaaS, non è sufficiente prevenire le minacce: è anche importante dimostrare di averle contrastate. Con il diffondersi del cloud, le configurazioni in fase di produzione e di sviluppo si sono allontanate dagli standard e hanno cominciato ad emergere le vulnerabilità. Il PaaS per le aziende offre strumenti di registrazione e revisione completi e coerenti.

Tutti gli sviluppatori sono chiamati ad aumentare produttività e qualità. Tuttavia, con il dimensionamento e l'innovazione delle realtà aziendali, i processi di sviluppo hanno cominciato a vacillare a causa di continue integrazioni/continue distribuzioni (CI/CD) fai-da-te. Lo sviluppo PaaS nelle aziende deve poter contare su ambienti di sviluppo predefiniti ma aperti e integrati.

L'era digitale ha solo aumentato la richiesta del PaaS. Mentre lo strato del middleware diventa più complesso, l'azienda richiede la distribuzione delle applicazioni in tempi ancora più rapidi. Non sorprende quindi constatare che l'adozione del PaaS, incluse le soluzioni pubbliche e private, continua ad aumentare.

La maggior parte delle decisioni IT si basano su tre principi: efficienza, efficacia e riduzione dei rischi. Ecco quello che le soluzioni PaaS offrono per ognuno di questi principi:

  • Efficienza IT: le soluzioni PaaS velocizzano il provisioning, aumentano l'automazione, standardizzano gli sviluppi, eliminano le attività di routine e migliorano la scalabilità.
  • Innovazione aziendale: le soluzioni PaaS incidono sugli obiettivi consentendo all'IT di essere più reattivo rispetto alle opportunità di business, ad esempio, alle applicazioni mobile, di supportare esperienze utente più innovative (chatbot), di incoraggiare transazioni più sicure (blockchain), di velocizzare i cicli di rilascio (container e API) e di migliorare la discovery dei dati (analytics).
  • Riduzione dei rischi: il PaaS consolida e semplifica la sicurezza, nonché velocizza le risposte alle minacce in evoluzione in componenti IT eterogenei. Aumenta la resilienza del business e riduce i tempi di inattività evitando la perdita dei dati e velocizzando il ripristino.
Obiettivi chiave
In che modo il PaaS supporta

l'efficienza IT

  • Elimina e semplifica le attività per amministratori professionisti (DBA, system administrator, DevOps, SecOps)
  • Aumenta la produttività di amministratori IT
  • Consente una rapida scalabilità
  • Aumenta la qualità e la velocità degli sviluppatori
  • Riduce i costi IT

 

  • Consente il provisioning self-service
  • Si integra con i servizi IaaS
  • Offre agli sviluppatori ambienti di codifica completi e incentrati sulle API
  • Consente un livello massimo di automazione per attività operative e legate al ciclo di vita
  • Utilizza strumenti e dashboard comuni per processi di gestione e sicurezza
  • Riduce il numero di fornitori di tecnologia

Innovazione aziendale

  • Aumenta i profitti
  • Migliora il servizio per clienti, dipendenti e partner
  • Aumenta la produttività di analisti e utenti
  • Aumenta la focalizzazione dell'IT sui risultati di business piuttosto che sulla gestione delle piattaforme

 

  • Offre agli utenti finali ambienti di coding facili da utilizzare
  • Crea ed estende le applicazioni in tempi rapidi, per sviluppatori e utenti non tecnici
  • Sfrutta facilmente tecnologie emergenti come AI, elaborazione del linguaggio naturale (natural-language processing (NLP)), IoT, blockchain e analytics

Riduce i rischi

  • Riduce le minacce alla sicurezza e le interruzioni
  • Garantisce un'elevata disponibilità
  • Riduce al minimo i tempi di inattività e la perdita dei dati
  • Garantisce un rapido ripristino

 

  • Offre una gestione automatizzata delle patch
  • Adotta un modello di accesso alle risorse zero-trust
  • Esegue di default la crittografia dei dati
  • Unisce la gestione delle identità e della sicurezza
  • Fornisce l'automazione della disponibilità cross-regional grazie a reti ad alta velocità
  • Offre garanzie elevate in termini di SLA

Il futuro del PaaS

Con l'evolversi, il PaaS continuerà a offrire soluzioni innovative e a eliminare le complessità amministrative e gestionali: dall'installazione alla configurazione, dalla gestione alla manutenzione e alle verifiche. Sarà possibile raggiungere questi obiettivi attraverso:

  • Una maggiore automazione e operazioni autonome per i servizi gestiti
  • Integrazioni di prime e terze parti migliorate ed estese
  • Supporto dai native per AI, IoT, blockchain, chatbot e altre tecnologie emergenti

Un unico PaaS, molteplici cloud e provider

Nel valutare le soluzioni PaaS, è fondamentale capire quale sarà l'evoluzione della tua organizzazione nel tempo. Con la velocità con cui si verificano i cambiamenti tecnologici, le soluzioni che supportano la massima flessibilità sono sicuramente un vantaggio. In altre parole, è importante valutare se un provider PaaS ha una vera e propria strategia aziendale.

Ad esempio, una valutazione chiave è il supporto multi-cloud. Secondo IDC, nel 2017 il 75% delle organizzazioni IT ha utilizzato soluzioni multicloud. La percentuale di utilizzo del multicloud aumenterà fino a raggiungere l'85% nel 2018. La flessibilità di trasferire i carichi di lavoro in ambienti on-premise e cloud pubblici e privati consente alle aziende di ridurre i rischi, sfruttare dinamicamente prezzi ottimali e soddisfare requisiti normativi e di governance in evoluzione.

Per avere la garanzia di sfruttare a pieno le promesse del PaaS nella fase di evoluzione della tua strategia, prendi in considerazione carichi di lavoro e opzioni di sviluppo che

  • Supportano la portabilità multicloud: una strategia PaaS multicloud richiede una portabilità facile dei carichi di lavoro su database, container, open-source e Java.
  • Unificano i controlli all'interno del portafoglio IT: molteplici piattaforme operative sono una realtà. Per ottenere l'eccellenza operativa, utilizza un singolo set di strumenti e controlla in maniera attiva la sicurezza e la gestione nel cloud e on-premise.
  • Non applicano accordi esclusivi dei fornitori: con il passare del tempo le soluzioni PaaS costruite sugli standard di settore manterranno l'IT agile, mentre quelle che costringono ad accettare accordi esclusivi diventeranno obsolescenti e, nel momento in cui le tecnologie, le normative e le condizioni di business cambieranno, sarà necessario eseguire nuove operazioni di scrittura.

Moderna, completa e a prova di futuro: scegliere la piattaforma PaaS corretta

Esistono molti use case e configurazioni PaaS. In alcuni casi, gli sviluppatori assemblano soluzioni partendo dai componenti, mentre, in altre, la soluzione è semplicemente oggetto di provisioning e pronta all'uso. Ecco un elenco degli use case PaaS più diffusi e le loro caratteristiche chiave:

Use case PaaS
Caratteristiche chiave
  • Utilizza adattatori preconfigurati e pronti all'uso per l'integrazione immediata delle applicazioni cloud e on-premise
  • Semplifica le estensioni con sviluppo visivo point-and-click
  • Richiede l'integrazione dei dati tolleranti ai guasti e servizi di replica in tempo reale per un'ampia gamma di database cloud e on-premise.
  • Si affida a un catalogo API per coerenza e qualità
  • Utilizza servizi di integrazione e analisi di supporto
  • Garantisce la provenienza e la governance dei dati
  • Utilizza strumenti e produttività degli sviluppatori, incluso il monitoraggio delle problematiche, il versioning del codice, i wiki, gli strumenti di sviluppo agile, l'integrazione continua e l'automazione della distribuzione
  • Supporta linguaggi open source, piattaforme e framework senza compromettere la portabilità
  • Ha componenti di sviluppo incentrati sulle API, servizi e processi per sviluppatori di back-end e di front-end
  • Offre un ambiente di sviluppo visivo basato sul browser
  • Utilizza una piattaforma applicativa mobile con messaggistica aperta, integrazione dei dati e dei servizi, chatbot NLP e gestione
  • Offre interoperabilità di strumenti e linguaggio tra piattaforme cloud e on-premise
Abilita le blockchain
  • Abilita il supporto delle API per un servizio di blockchain per uno scambio sicuro di informazioni e transazioni
Supporta la migrazione dei carichi di lavoro nel cloud
  • Utilizza l'interoperabilità multipiattaforma per strumenti, carichi di lavoro per lo sviluppo DevTest rapido, disaster recovery e ambienti di produzione
  • Ha strumenti di migrazione delle applicazioni preconfigurati
  • Supporta applicazioni di terze parti e sviluppate internamente
Supporta il Business Analytics
  • Utilizza l'ingestione di volumi elevati di dati e strumenti di trasformazione
  • Impiega la gestione dei dati per dati strutturati e non strutturati
  • Ha strumenti visivi dell'utente finale, dell'analista e dell'esplorazione dei dati
  • Esegue l'ottimizzazione di grandi quantità di dati
  • Utilizza strumenti e tecniche di analisi avanzati per analisi predittive, statistiche e di machine learning
  • Offre una reportistica aziendale aperta per dispositivi web e mobili
Supporta sicurezza e compliance moderne
  • Impiega il monitoraggio della sicurezza e le analisi per un'individuazione e una ripetizione rapide basate sul machine learning, sulla consapevolezza delle user-session e su un contesto aggiornato di intelligenza delle minacce
  • Offre una gestione moderna di identità e accessi integrata con standard di identità che possono essere sfruttati da altri servizi basati sul cloud come Cloud Access Security Broker (CASB)
  • Utilizza strumenti di sicurezza multicloud e on-premise